ARTICOLI RECENTI:

categoria: migliori frasi

SANREMO 2020: Le migliori frasi


Anche quest'anno sono pronte le migliori frasi delle canzoni in gara del 70° Festival di Sanremo!

Sanremo è una costante nella mia famiglia. Ogni anno a febbraio passiamo sere di seguito a guardare il festival, quindi non potevano mancare quest'anno.

Ecco i miei pronostici:

Pronostico fatto alle 21:13 del 8/02/20 (All'inizio della finale)

Detto questo, spero di aver scelto le frasi migliori di questo Festival!

Per altre frasi di altri artisti clicca QUI

(verrai mandato sulla categoria Migliori frasi del sito)

Oppure cerca il nome dell'artista nella barra di ricerca in alto.

SANREMO 2020

MIGLIORI FRASI

Frasi in continuo aggiornamento...

Lei che dice a me voglio te ma vuole Quello che non sa di sé (Achille Lauro, Me ne frego)

St’amore è panna montata al veleno (Achille Lauro, Me ne frego)

Fai di me quel che vuoi sono qui (Achille Lauro, Me ne frego)

Gli amori miei buttati alla rinfusa

Non mi ricordo mai dove li metto

Gettati con la lista della spesa nell’ultimo cassetto(Irene Grandi, Finalmente io)

L’hai lasciata morire lì con te alla deriva Ma sei stato un signore quando non hai risposto E ti bastavano due parole, due parole, per rimetterla a posto (Marco Masini, Il Confronto)

Non sei arrivato qui per sbaglio Hai dato tutto il peggio Ma hai fatto del tuo meglio (Marco Masini, Il Confronto)

Sei stato sul campo sempre dietro a un pallone

E ora sei qui sulla porta a tirarti un rigore

Come un eterno bambino dentro gli anni di un uomo

E sei stato importante e in lampo nessuno (Marco Masini, Il Confronto)

La parola di un uomo valesse oro e invece

Trova un amico ma non toccargli il tesoro (Rita Pavone, Niente)

Forse le mie scarpe Sanno bene dove andare, Che mi ritrovo negli stessi posti, Proprio quei posti che dovevo evitare (Diodato, Fai rumore)

Ho capito che Per quanto io fugga Torno sempre a te (Diodato, Fai rumore)

Se ti penso tu sei un’anima (Diodato, Fai rumore)

Se ti sembrerò piccola non sarò la tua Andromeda (Elodie, Andromeda)

Tu non lo sai non lo saprai cosa per me è il vero dolore Confondere il tuo ridere per vero amore (Elodie, Andromeda)

Anche se affoghi rispondi sempre “Tutto alla grande” (Bugo & Morgan, Sincero)

Abbassa la testa, lavora duro Paga le tasse buono buono Mangia bio nei piatti in piombo Vivi al paese col passaporto (Bugo & Morgan, Sincero)

Odia qualcuno per stare un po’ meglio Odia qualcuno che sembra stia meglio E un figlio di puttana chiamalo fratello (Bugo & Morgan, Sincero)

Scegli il vestito migliore per il matrimonio Del tuo amico con gli occhi tristi Vai in palestra a sudare la colpa Chiedi un parere anonimo e alcolista (Bugo & Morgan, Sincero)

Non lamentarti che c’è sempre peggio (Bugo & Morgan, Sincero)

Sarò navigante tra nuvole e vento Vedrò all’orizzonte i confini del mondo In cui tu sei il mio tempo (Alberto Urso, Il Sole ad Est)

Ho nel cuore il sole ad est E nel mondo ovunque vada Mi ricorderà la strada Che porta fino a te (Alberto Urso, Il Sole ad Est)

Le luci di casa mi sembrano stelle Su terre che han voci materne Nel mio scomparire Se ne vanno a dormire (Alberto Urso, Il Sole ad Est)

Se ci diciamo di sì ma fingiamo E lo sappiamo entrambi (Riki, Lo Sappiamo Entrambi)

Ti scrivo e dopo cancello Non ti scrivo che tanto è inutile (Riki, Lo Sappiamo Entrambi)

Quanto tempo ho perso La vita quasi mi supera (Raphael Gualazzi, Carioca)

La nostra storia è stata un salto E io non so cadere (Raphael Gualazzi, Carioca)

Voglio sorridere dei miei sbagli Voglio rivivere sogni immensi Voglio una vita che non finisce più (Raphael Gualazzi, Carioca)

L’ultimo bacio è un apostrofo Che mi hai lasciato (Raphael Gualazzi, Carioca)

Tu sei molto di più di quello che credi di quello che vedi (Piero Pelù, Gigante)

È come una giostra la mente Tu sei il re di tutto e di niente gigante (Piero Pelù, Gigante)

Faccio casino lo stesso ma non bevo vino Ridi cretino La vita è corta per l’aperitivo (Elettra Lamborghini, Musica (e il resto scompare))

E anche se non mi hai detto mai “quanto sei bella” Io non ho mai smesso di sorridere (Elettra Lamborghini, Musica (e il resto scompare))

Ci ringhiamo da lontano come i cani, E ci pensiamo ancora più vicini (Enrico Nigiotti, Baciami adesso)

Sei in ogni volta che non penso e penso a te Sei l’unica stanza che mi salva dal disordine (Enrico Nigiotti, Baciami adesso)

Conti tutte le volte in cui ti sei arresa Stesa al filo teso delle altre opinioni (Levante, Tikibombom)

Mai più, è meglio soli che accompagnati Da anime senza sogni pronte a portarti con sé, giù con sé

Laggiù, tra cani e porci, Figli di un Dio minore pronti a colpirci (Levante, Tikibombom)

Noi, siamo gli ultimi della fila Siamo terre mai viste prima (Levante, Tikibombom)

Hey tu, anima in rivolta Questa vita di te non si è mai accorta Colta di sorpresa, troppo colta Troppo assorta, quella gonna è corta (Levante, Tikibombom)

A volte penso che a quelli come me il mondo non abbia mai voluto bene Il cerchio della vita impone che per un re leone vivano almeno tre iene (Pinguini Tattici Nucleari, Ringo Starr)

Tu eri Robin poi hai trovato me, pensavi che fossi il tuo Batman ma ero solo il tuo Ted (Pinguini Tattici Nucleari, Ringo Starr)

Io so cantare so suonare so reagire ad un addio Ma stasera non mi riesce niente (Tosca, Ho amato tutto)

Io adesso farei qualsiasi cosa Per sfiorare le tue labbra Per rivederti (Tosca, Ho amato tutto)

Perché se manchi tu manchi da morire Perché amarsi è respirare i tuoi respiri Stracciarsi via la pelle e volersela scambiare (Tosca, Ho amato tutto)

Se tu mi chiedi in questa vita cosa ho fatto Io ti rispondo ho amato Ho amato tutto (Tosca, Ho amato tutto)

Sei tu che mi fai stare bene quando io sto male e viceversa (Francesco Gabbani, Viceversa)

Detto questo che cosa ci resta Dopo una vita al centro della festa? Protagonisti e numero uno Invidiabili da tutti e indispensabili a nessuno (Francesco Gabbani, Viceversa)

L’amore di normale non ha neanche le parole Parlano di pace e fanno la rivoluzione Dittatori in testa e partigiani dentro al cuore

Non c’è soluzione che non sia l’accettazione Di lasciarsi abbandonati all’emozione (Francesco Gabbani, Viceversa)

Chissà se poi sono io Quello allo specchio (Le vibrazioni, Dov'è)

La mia dose giornaliera Di sorrisi ricambiati Per potermi poi sentire Socialmente in pace

Con il mondo e con il mio quartiere (Le vibrazioni, Dov'è)

Ho sete di stupore Mi puoi accontentare? (Le vibrazioni, Dov'è)

Ho una clessidra ferma al posto del cuore (Le vibrazioni, Dov'è)

Ho visto piangere un gigante Figurati se non piango io (Paolo Jannacci, Voglio parlarti adesso)

Il tempo che non ti do, è tempo perso (Paolo Jannacci, Voglio parlarti adesso)

Nessuno può da questo cielo in giù volerti bene più di me (Paolo Jannacci, Voglio parlarti adesso)

Quando il modo di aiutarti Sarà non aiutarti più Sorridi in faccia all’odio e manda giù (Paolo Jannacci, Voglio parlarti adesso)

Le stelle appese poi cadranno giù E un giorno ci diremo addio Ma se una notte sentirai carezze sarò io (Paolo Jannacci, Voglio parlarti adesso)

L’11 settembre ti ho riconosciuto

Tu quando dici, grande mela è un codice muto

Tu vuoi nemici, sempre, se la strega è in Iraq

Biancaneve è con i sette nani e dorme in Siria (Rancore, Eden)

Noi stacchiamo la coscienza e mordiamo la terra

Tanto siamo sempre ospiti in qualunque nazione (Rancore, Eden)

Dimmi chi è la più bella allora dai, giù il nome (Rancore, Eden)

E se potessi parlare con lei da solo cosa le direi

Di dimenticare quel frastuono

Tra gli errori suoi

E gli errori miei (Rancore, Eden)

Dovrei puntare il dito contro

E fare il populista

Non fare niente tutto il giorno

E proclamarmi artista (Junior Cally, No grazie)

Il mio sogno è quello di arrivare in alto

Senza spendere i soldi di un altro

Faccio cattivo viso

A buon gioco

E anche se sono bello

Non piaccio (Junior Cally, No grazie)

Non ho i superpoteri

Ma tra tutti riconosco

Chi fa la voce grossa

Sempre e solo di nascosto (Junior Cally, No grazie)

Spero si capisca che odio il razzista

Che pensa al Paese ma è meglio il mojito

E pure il liberista di centro sinistra che perde partite e rifonda il partito (Junior Cally, No grazie)

Parlare di eccesso non è eccessivo

Sono il fuori programma televisivo (Junior Cally, No grazie)

Non basta una promessa

E nemmeno una risposta

Alle parole ormai non credo quasi più (Michele Zarrillo, Nell'estasi o nel fango)

Amico ti capisco

Questo sguardo lo conosco

Anche tu sei stanco proprio come me (Michele Zarrillo, Nell'estasi o nel fango)

Ho voglia di guardarti dritto in faccia

Dirti tutto e di parlarti come non ho fatto mai

E vivere ogni istante con chi adesso è più importante (Michele Zarrillo, Nell'estasi o nel fango)

Il mio pensiero vaga verso nuove stelle

Arriva fino all’infinito e non si ferma da quassù (Michele Zarrillo, Nell'estasi o nel fango)

Di persone ce ne sono tante

Ma col tuo cuore c’è n’è una sola (Giordana Angi, Come mia madre)

Di stazioni ce ne sono tante

Ma poi torniamo sempre ad una sola (Giordana Angi, Come mia madre)

Non vedo l’ora di parlarti

Per ritornare a respirare (Giordana Angi, Come mia madre)

L’amore non è solo un posto,

è il tuo modo di fare (Giordana Angi, Come mia madre)

L’orgoglio a volte è un mostro

Che ci fa solo allontanare (Giordana Angi, Come mia madre)

Sei tu il regalo dei miei compleanni (Giordana Angi, Come mia madre)

Le parole sono le mie sole armi

E fino al sole voglio sollevarmi (Anastasio, Rosso di rabbia)

Prigioniero tra le fauci delle foto e dei video (Anastasio, Rosso di rabbia)

Voi scrocconi di emozioni

Sempre in cerca di attenzioni

Prosciugate le canzoni della loro magia (Anastasio, Rosso di rabbia)

DIO BENEDICA LA MUSICA

foto-progilo-pagina-facebook-valentino-r

Valentino Rocco

Studente universitario

L'eleganza nella risoluzione dei problemi sta nella semplicità

iscriviti al mio canale youtube
seguimi sui miei social:
  • Instagram
  • Twitter
  • Facebook

CONTAttami :

ARTICOLI RECENTI:

  • Twitter Icon sociale
  • Instagram
  • Facebook Icona sociale