top of page

ARTICOLI RECENTI:

categoria: migliori frasi

seguimi sui miei social:
  • Instagram
  • Twitter
  • Facebook

IL TRE: Le migliori frasi




Guido Luigi Senia, Il Tre, nasce a Santa Maria delle Mole il 3 settembre del 1997.

Sulla homepage di Youtube mi colpi un video con la miniatura di un ragazzo con il cappello che guarda fuori dal finestrino. Era il video di "Io Diverso Da Loro". Mi sono rivisto moltissimo nel pezzo. E' un artista veramente molto forte, ho grandi aspettative su di lui.

Detto questo di seguito trovate le migliori frasi del Il Tre.

SEGUI IL TRE SUI SOCIAL:

Youtube


Instagram


Facebook



Per altre frasi di altri artisti clicca QUI

Oppure cerca il nome dell'artista nella barra di ricerca in alto.


SUPPORTA L'ARTISTA:
 

IL TRE

MIGLIORI FRASI

Frasi in continuo aggiornamento...



Io non so dirti cosa mi è successo in questi anni

Non ho capito di quale universo faccio parte

In classe non avevo amici, ma solo compagni (Per chi non ha un posto in questo mondo, Ali)


Un ragazzino pensa poco

A dodici anni: "Che farai da grande?"

Penso "Voglio fare il calciatore"

Poi mi hanno preso a calci il cuore

Il sogno di un bambino se lo tocchi con mani sbagliate cade e muore (Per chi non ha un posto in questo mondo, Ali)


Ho sempre avuto pochi amici

La compagnia non te la scegli infatti mi sentivo emarginato, ma

La solitudine porta un bambino a crescere

Mentre gli altri giocavano pensavo: "Di me che sarà?" (Per chi non ha un posto in questo mondo, Ali)


"Non sei capace, non lo sai fare"

"Tu non vivrai di musica" mi ripeteva sempre il professore

Scrivevo in tutte le sue ore

La faccia di chi non ci crede è sempre stata una fonte d'ispirazione (Per chi non ha un posto in questo mondo, Ali)


Per ogni pianto che ho fatto pensando: "Non ce la farò"

Per ogni testa di cazzo che mi ha sempre preso di mira

Per ogni volta che dico a me stesso: "Sei forte, lo so"

Non è più immaginazione, no, questa qua è la mia vita (Per chi non ha un posto in questo mondo, Ali)







Nella testa ho mille muri da abbattere, mille dubbi da abbattere

Come quando entravo a casa e mi dicevo: "Non piangere"

Trattenevo le lacrime e le versavo su pagine (Il tuo nome, Ali)


Tu non puoi capire cosa provo dentro

Pensi sia tutto rose e fiori come un rododendro

Ma io sento solamente un rogo dentro

E le fiamme nei miei occhi fanno parte dell'incendio (Il tuo nome, Ali)


Io sono cresciuto in paese, le persone sai, parlano tanto

In seconda media ero già rimandato, stanco, pensavo ad altro

Sognavo una vita così, una vita diversa dalle altre

E pensavo: "Non ce la farò", però intanto diventavo grande (Tegole, Ali)


Non c'è niente di più bello di dire: "Ma', ho fatto il botto" (Tegole, Ali)


A tredici anni i ragazzini pensano alla droga

A tredici anni io volevo essere Maradona

Sento ragazzi giovani parlare della coca

Io raccoglievo punti per la Coca della Conad (Io non sono come te, Ali)


Non avevo Gucci né Fendi

Se li chiedevo a mamma mi saltavano i denti

Cercavo di trovare Mewtwo sul Nintendo

Se battevo la lega ero tipo onnipotente (Io non sono come te, Ali)


Quando avevo tredici anni stavo un po' perso

Cercavo qualcuno che capisse il mio senso

Un adolescente che non trova se stesso

È come una relazione senza buon sesso (Pioggia, Ali)


Ho sofferto come tutti per una stronza

Che mi ha fatto diventare il cuore di ghiaccio (Pioggia, Ali)


Senza avvertire 'sto mondo è cambiato in fretta

Le cose che prima odiavo mi mancano da morire (Grattacieli, Ali)


Non mi reputo una cosa bella, ma speciale

Perché so guardare dove gli altri non sanno neanche pensare (Grattacieli, Ali)


Un minuto di silenzio per tutti i maschietti che fanno carriera presentandosi a Uomini e Donne (Beethoven, Ali)


Avere talento nei giorni storti è stressante (Farfalla, Ali)


Io non piango mai per niente, niente, niente, niente

Niente può toccarmi come lo fai tu

Giuro sono stato sempre, sempre, sempre, sempre

Sempre sorridente anche quando ero giù (Farfalla, Ali)


Mi ricordo ancora nel parcheggio, facevamo il cerchio

E rappavamo ci credevo un sacco, lo volevo

Poi però sul palco, la paura

Mi scordavo i testi, non avevo l'esperienza giusta

Ci credevo, me lo sono preso quel posto

Rimango me stesso, lo stesso di quando piangevo nel cesso

E me l'ero promesso (Farfalla, Ali)


Ero meglio prima

Quando ti spaccavo il culo e non mi conoscevi

Tu criticavi la mia roba

Ti sentivi forte, adesso dove sei?

Probabilmente avrai fallito

Tutti i tuoi lavori, mica come me (Cracovia Pt. 3, Ali)


Non importa se ho fatto successo

Mi interessa più da dove vengo (Te lo prometto, Ali)


Il mondo dove sono nato non mi è mai piaciuto e l'ho ridisegnato (Te lo prometto, Ali)







La fortuna dicono che gira

Ma spero che il mio turno arriva

Prima che sono morto in cantina (Vivere da morto, Cracovia Vol. 2)


Non lo puoi nemmeno immaginare

Che cosa si prova a vivere sospeso

Io volevo rinunciare, ma ringrazio mami perché m'ha ripreso (Vivere da morto, Cracovia Vol. 2)


Ehi, a casa non si parla, io ci soffro sai

Mamma mi chiede quando cambierai?

Rispondo mai

Tutti che dicono: "Continua che ce la farai, se ti vuoi prendere qualcosa prendi, corri e vai" (Buchi Al Petto, Cracovia Vol. 2)


A me fa ridere, sono quello scarso qua che non capisce un cazzo ma c'ho il doppio del vocabolario (Buchi Al Petto, Cracovia Vol. 2)


"Signora mi dispiace, ma suo figlio è un disastro

Alza la mano solo per andare in bagno

Di questo passo non so se lo passa quest'anno"

E scusa mamma, ti giuro ma proprio non ci riesco

Hai messo al mondo un insicuro, un po' troppo introverso

Che parla di se stesso e manda a fanculo il resto

Ed esce tardi la sera e non ritorna mai presto (Buchi Al Petto, Cracovia Vol. 2)


Io comincio a vivere quando un pischello sente la mia musica e dopo sorride (Il Cappio, Cracovia Vol. 2)


Questa musica è la meglio cosa nella vita che mi è capitata (Fuori Da Qui, Cracovia Vol. 2)

Un ragazzetto che rappa come Dio comanda

Uno capace di fare le buche sul palco, ogni santa volta non si raccomanda (Fuori Da Qui, Cracovia Vol. 2)


Le persone sono per la maggior parte false, per avere dei profitti fanno carte false

Dimentica il loro nome e le loro facce, vivi sereno e prenditi le tue rivalse (Fuori Da Qui, Cracovia Vol. 2)


Quando glielo chiedo prima dice: "No"

Però andiamo a letto i muri tremano (I Muri Tremano, Cracovia Vol. 2)


Sei una delle poche cose per cui piango

E non immagino me senza te (I Muri Tremano, Cracovia Vol. 2)


Il fatto che tu sia una regina non implica per forza che io debba avere la stoffa per fare il Re

Infatti io accanto a te brillo (I Muri Tremano, Cracovia Vol. 2)


Veramente io lo voglio fare non per il conto corrente

Ma perché mi piace essere controcorrente (Scusa Pa, Cracovia Vol. 2)


Mio padre è andato via di casa pochi giorni fa

E io che piango perché soffro e non so come finirà

Mamma che mi dice: "La tempesta presto passerà"

Tutto questo buio non lo so dove mi porterà (Scusa Pa, Cracovia Vol. 2)


M'hai detto che non ho più un padre, che non sei mio padre

Solo perché sono stanco e non c'ho voglia di studiare

Solo perché corro dietro al sogno di una vita

È una rivincita più personale, io lo voglio realizzare (Scusa Pa, Cracovia Vol. 2)


Sono tuo figlio, cazzo, cerca di capirmi

Che m'hai detto le cose più brutte che potessi dirmi

Che qualunque cosa faccia non riesco più a capirmi

Che non riesco più a fidarmi, che non riesco più ad aprirmi (Scusa Pa, Cracovia Vol. 2)







Questi che parlano di ansie e paranoie come fosse un vanto

Non immaginano neanche cosa vuol dire conviverci tutti i giorni

Avere i fantasmi addosso ti divora

Non riesci neanche a vedere il bello delle cose (Cavalieri Dello Zodiaco, Cracovia Vol. 2)


Per avere tutte quelle cose facili

Devi fare cose che neanche immagini (Cracovia Vol. 2, Cracovia Vol. 2)


Ho provato pure

A seguire il tuo motto

"Non giocare troppo

Con il fuoco che ti scotti"

Invece io ci gioco

Proprio finché non mi scotto (Cracovia Vol. 2, Cracovia Vol. 2)


La tua crew, quattro scemi e per di più

Saltellate nei balletti fra', quattro salti in padella (Cracovia Vol. 2, Cracovia Vol. 2)


Io vado fino in fondo

Tanto che in fondo ci muoio (Fuori i Denti, Cracovia Vol. 2)


Io voglio darti tutto ciò che tu mi dai

E fidati che è brutto sapere che non ci riuscirai

Perché per me tu hai fatto e sapere che io fallirò giuro che poi mi distruggo (Quando Reppa Guido Pt. 2, Cracovia Vol. 2)


M'hanno sempre detto: "Lascia perde"

Ho sempre pensato che chi lascia perde (Intanto Cresci, Cracovia Vol. 2)


Vogliono dirti che non ci riesci

E mentre parlano tu intanto cresci (Intanto Cresci, Cracovia Vol. 2)


Quello che divento io lo scelgo

Perché quello che mi spetta lo pretendo

Perché sto in basso sfregiato ma resisto

E se dopo arrivo in alto non pensare che scendo (Io Diverso Da Loro, Cracovia Vol. 2)


A scuola stavo sempre fuori dalla classe

Ma adesso quando giro mi chiamano fuoriclasse (Io Diverso Da Loro, Cracovia Vol. 2)


Io non mi sono fermato, e quello che non mi perdono

È che non erano gli altri diversi da me, ma io che ero diverso da loro (Io Diverso Da Loro, Cracovia Vol. 2)


Io sono questo: un sognatore un fortissimo silenzio che scrive per far rumore (Io Diverso Da Loro, Cracovia Vol. 2)


Io sono fiero di me, fiero di me

Forse perché tutto quello che ho fatto io l'ho fatto da me

Senza nessuno che metteva buone parole, senza nessuno davvero

Ora lo sai guardami bene, vengo da meno di zero (Outro (Campione), Cracovia Vol. 2)


Ho fatto di queste parole cattive il mio punto di forza (Outro (Campione), Cracovia Vol. 2)

 

DIO BENEDICA LA MUSICA

Comments


foto-progilo-pagina-facebook-valentino-r

Valentino Rocco

Studente universitario

L'eleganza nella risoluzione dei problemi sta nella semplicità

iscriviti al mio canale youtube

Supportami
con una donazione Paypal:

ARTICOLI RECENTI:

CONTAttami :

Grazie! Il messaggio è stato inviato.

bottom of page